Diario, Lettura

Thankfulness: Woolf edition

Ho trovato una vera passione negli scritti di Virginia Woolf. Ho trovato me stesso. Un me stesso che non sapevo esistesse e che a quanto pare non ero ancora pronto per ascoltare. È proprio vero che c’è un tempo per ogni cosa, ogni libro ha il suo tempo. Ora, in questo momento, stanotte Virginia sta scrivendo Notte e Giorno per me. Sta scrivendo perché io trovi tra le sue pagine un barlume di me stesso.
Sto scoprendo pagine e vite che non definirei come il mio riflesso ma che in qualche modo illuminano il mio cammino, la strada che sta prendendo la mia vita. Così per esempio Tre Ghinee ha giocato la parte rilevante nella mia carriera accademica di spingermi a scrivere.
Ora Notte e Giorno con le descrizioni e i particolari stati d’animo dei protagonisti mi rivela una parte importante della mia anima sentimentale che non conoscevo ma che esplorando più a fondo ho trovato pronta per essere messa alla prova. Tutti i libri hanno un tempo e Virginia mi sta salvando dal naufragio esistenziale che questa vita monotona ha imposto sul mio cammino. Non mi stanco mai di leggere. Per fortuna sono solo all’inizio della sua opera, non vedo l’ora di scoprire gli immensi e straordinari mondi di conoscenza che ancora mi sono all’oscuro.
Grazie per tutto questo. Se in qualche modo riesci a cogliere le vibrazioni cosmiche che emanano dai miei pori mentre sto leggendo un passo delle tue opere spero tu sappia quanto ti sia debitore, o cara Virginia.
Annunci
Standard