Big Sur

A quanto pare un minimo di fascino animale ce l’ho anche io, mi sono tolto una grande soddisfazione ieri sera. Arrivato all’ingresso del locale ho bestemmiato la mia omosessualità a gran voce dentro la mia testa, come se non lo facessi tutti i giorni.
Comunque scopro che una volta dentro sono assolutamente felice di essere tornato a quello stato di originaria gaiezza: le luci, la musica pop troppo forte da spaccare il timpani, le drag queen più mascoline che mai e su tutto un’alone di festa e spensieratezza che sembrava essere in un mondo completamente separato.
Eravamo un gruppo di quindici persone tra amici e amici di amici e amici di conoscenti di amici e per questo siamo stati da favola, anche grazie ai fiumi abbondanti di alcol che sono stati versati nei nostri bicchieri. Ma la ciliegina sulla torta è stata l’azione di conquista che ho portato a termine mettendo all’angolo un ragazzo della nostra combriccola che mi piaceva da tempo. Allora l’ho sentita come una vittoria per me stesso, con una buona dose di rinnovata fiducia nelle mie capacità. Dovrei saperle sfruttare al meglio, ora che ho la chiave.
Buonanotte.