Diario

Nasce

Beati i boschi che non hanno la pretesa di conoscere le fiamme radianti del sole mattutino, eppure godono del suo calore nell’attesa e inarrestabile silenziosa ascesa al cielo d’estate. Sforzavo la mente a reggere la suturazione dell’aria, i colori attorno a quella sferzante energia di luce che sfuggivano e facevano male agli occhi, insopportabile visione ed estasi. Ma quelle cime lontane, stagliate nitide contro e grazie alla luce del giorno nascente… ecco il primo raggio. Posso iniziare.

Annunci
Standard