Blogging

Appunti di Youth Marketing

  • Dress to impress.
  • It is not about hiring an agency to buy media space and run clever campaings. It is about creating an environment that allows insights, relationships and innovation to happen.
  • People aren’t simply buying a product. They buy the whole social package. This is the distinction between content (product) and context (package).
  • “People drink the can, not the soda”
  • We have to look at what stuff does for us socially – the context – rather than the product itself. Content is what you make. Context is what that means for people.

Tra i vecchi post nel cassetto delle bozze ho ritrovato questo (datato 7 agosto 2013 ore 18:34), in cui elencavo alcune regole generali che sembrano muovere il marketing; le avevo annotate pescando informazioni qua e là in modo random da internet – mosso da una curiosità che incipiava insieme alla conoscenza di questo settore; sappiamo tutti quanto il nuovo sia sinonimo di fuoco di paglia – e ancora prima di iniziare quel meraviglioso quanto inutile corso di formazione avevo già in tasca l’essenza del saper mercificare commercio.

L’unico interrogativo che rimane pendente è il perché del titolo che gli avevo dato, “Youth Marketing”. Spulciando – di nuovo – su internet ho trovato solo l’immancabile definizione di Wikipedia al primo posto e qualche infografica di poco conto. Insomma, forse me lo sono inventato o forse mi piaceva il suono della locuzione in quanto titolo di un articolo e l’ho ingigantito più di quanto meritasse. In ogni caso, è stato bello finché è durato.

Annunci
Standard