Come ai bei tempi della sfida 30 giorni di Kylie, voglio approfittare di questo iato tra una poesia e l’altra per aprire una parentesi su questa bellissima demo finita in rete qualche mese fa, uno scarto dell’era Fever (come si può capire dal sound generale della traccia) risalente quindi all’inizio del millennio.

Una traccia che reca più verità nel proprio testo che l’intera Bibbia. Per quanto riguarda la mia esperienza, posso rintracciare in questa dolcissima uptempo un’antenata di quella che sarà poi la mia canzone preferita, Speakerphone per quanto riguarda la scelta della tematica.

Posso confermare, la musica ti amerà per sempre. Anche quando ti sembrerà un mondo di merda, popolato da una grossa quantità di delusioni e amarezze a dir poco, quando ti sembrerà freddo anche con il sole splendente, anche quando non sarà bello come speravi… la musica sarà sempre lì per te. E la cosa bella è che la vita potrà toglierti tutto, potrà privarti perfino di te stesso; ma non potrà mai arrivare a toglierti la possibilità di ascoltare la tua canzone preferita nella tua testa ogni volta che vorrai.

Annunci