Blogging, Diario

Ritratto del blogger da giovane (Giorno 11)

Ero in casa sempre con qualcuno. Raramente accadeva che mi trovassi del tutto da solo. Ah, quanto volevo che tornassero da me cavalieri dal mantello azzurro e dai biondi capelli a salvarmi dalla disperazione in cui piombavo nei pomeriggi tristissimi passati all’ombra di quelle finestre scrostate di grigio anni cinquanta.

Era un appartamento carino, vecchio, in cui la pioggia trovava sempre un modo per infiltrarsi e cadere davanti alla finestra più lontana della camera da letto delle mie sorelle. Eravamo in cinque a viverci, ed eravamo troppi. Genitori in una stanza, tre figli in un’altra. Un bagno e una cucina. Una vasca in cui mia mamma metteva la biancheria in varichina e una lavatrice che con le vibrazioni bloccava il passaggio di emozioni da me al lavandino, che era troppo alto per un ragnetto insignificante com’ero a dodici anni. Mi ricordo di inverni piacevoli passati sotto le coperte a guardare la televisione e danze sfrenate sulle note di canzoni protopop quando volevo rinfrescarmi d’estate in camera di mie sorelle. La vita era più tranquilla, l’innocenza e i sogni non turbati da altre preoccupazioni che studiare le tabelline, la geografia italiana e leggere qualche libricino.


Prompt by The Daily Post

Annunci
Standard

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...