Diario

Primavera inoltrata

La primavera entra in ogni fessura delle case, e anche il colore delle nuvole, nei giorni in cui il sole arriva allo zenit che oltrepassa i bordi superiori nelle finestre esposte a sud delle camere, viene gradualmente sempre più assorbito dalla stessa luce abbagliante in cielo. Finalmente è possibile lasciare che i vetri, disabituati a farsi da parte, girino sui telai facendosi da parte e diventino di nuovo un accessorio non più indispensabile a preservare il calore all’interno degli edifici finora consolati dal fuoco della legna, perché, all’opposto, è la bella stagione fuori che imprime insistente nuovo calore alle mura infreddolite ben oltre l’ora in cui tramonta il sole. La notte, poi, contiene quei rumori che vibrano più intensamente dentro l’orecchio; e gli alberi da frutto lasciano che il vento li svesta del primo abito floreale tipico della prima stagione germile, e si preparano a nutrire dei salubri minerali le gemme arrotondate sui rami. È il fragrante odore dei fiori selvatici in apertura, come le ginestre giugnole arroccate tra i rovi e sui cigli delle strade, il cui miracolo svolge l’impenetrabile mistero della rinascita quando ancora il regno animale dorme o caccia, che spande nell’aria stemperata dalle ore diurne un sentimento positivo ed energico, sentito da ogni essere nella spinta di palpitazioni voluttuose.

Annunci
Standard

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...