esercizio 4

Questo slideshow richiede JavaScript.

Più rifletto e mi guardo intorno a questi panorami, più il vuoto si fa vero. Non è possibile che queste fotografie diventino pensieri, proprio no. Il criceto che di solito si attiva pedalando dentro la mia scatola cranica non ne vuole proprio sapere. Probabilmente è annichilito dalla non-ispirazione che queste fotografie suscitano ai suoi occhietti.

Che è successo? Il romantico perso ha perso la romanticheria? Nescio; l’unica spiegazione plausibile è che queste foto non furono esperienze, non hanno nulla di imprescindibilmente memorioso, empirico, sperimentato: queste immagini sono solo bei panorami, bellissimi panorami, ma non hanno un’anima riconoscibile. O meglio, ce l’avranno anche uno spirito minimo, ma a noi – a me e al criceto – non pare conoscibile, per questo forse rimarranno solo fantasmografie.

Ah, queste nuove generazioni incontentabili ed egoiste, signora mia, che sfacelo!

Dietro i vetri
la luce scende
e diffonde d’allora
aloni e ombre

Le vecchie assi
esauste giacciono
è dimora d’edera
e di silenzio

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...