Diario

vuoto sulla seconda corda

è un periodo di stanca, quello in cui dopo essere andato a una festa improvvisata su un marciapiede qualunque di san Lollo torni a casa dopo un’ora di macchina e prendendo male un tornante sbrecciato a momenti ritrovandoti pe fratte, rifletti sul titolo migliore che la tua tesi sul comportamento linguistico potrebbe avere. forse è colpa di un sorso di negroni sbagliato che avrei volentieri sostituito con un piatto di cicoria senza sale, ma probabilmente questi giorni hanno il sapore frizzante e amaro del vuoto. non il nulla, intendo dire proprio il vuoto; perché il nulla non ha una collocazione e può abbracciare ogni tipo di universo, sia esso psicologico o fisico, può annichilire, appunto. invece il vuoto presuppone qualcosa che contiene e qualcos’altro che non c’è, un vuoto appunto che risuona a vuoto e vive per se stesso, come un cancro. probabilmente è un vuoto di antimateria, come quella che un pomeriggio ho trovato mettendo il piede in una buca sulla strada asfaltata dietro casa mia. tutto si muove, e anche alla svelta, ma non mi sento parte del movimento. mi sono quindi ingegnato a spremermi le meningi, magari a quest’ora – sono le tre di notte – qualche parola buona riesco a metterla.. con me stesso, perché le raccomandazioni giusto all’anima dei miei antenati posso chiederla. ebbene, neanche quello, non riesco a raccomandarmi neanche alle pagine di anni addietro che scrivevo fluide, limpide e abbondanti come una pisciata dopo aver bevuto due litri di birra. è anche vero che non ho più l’età per dire cazzate in piazza, non mi sento lo spirito pronto o disposto a prendere freddo imperturbabile. mi lamento e mi dolgo di queste decisioni avventate, perché poi con la tosse mi ci sveglio nelle ore piccole, e la mattina dopo sento la gola incastrata sulla seconda corda. era come diceva quel gatto introverso: feel lonely with people, feel less lonely when alone.

Annunci
Standard

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...