Fun!

IMG_0867
L’attesa, olio su pixel, 2015, collezione privata

Sfogliando la mia collezione di fotografie non ho trovato niente o quasi che possa essere incluso sotto la categoria di FUNFUNFUN, quindi chiudo qui la mia vita e passo all’aldilà. Che non fossi una persona divertente lo immaginavo già, ma vederselo confermare attraverso assenze ontologiche è ancora più triste. Perciò la mia foto divertente consiste in una carota che sembra antropomorficamente aspettare qualcosa.

Approfondimento

in generale, si potrebbe dire che la concezione di divertimento dipende interamente dall’essere, essendo proprio un modo per cercare il ben/essere: tuttavia nel mio caso interviene il fattore dell’introversione, il quale colora il concetto di divertimento in modo molto specifico e non facilmente comprensibile dagli altri. Per esempio, un divertimento per me potrebbe prendere le sembianze di una giornata al mare, o a esplorare una mostra d’arte, o ascoltare alla radio un divertimento di Mozart o un’opera, il tutto rigorosamente in solitudine.

Quella che potrebbe essere percepita come una mancanza, negative assenze significative di amici/parenti/amanti/accompagnatori nello svago, per un introverso – o almeno, per come mi percepisco – è un bisogno che va rispettato frequentemente, onde evitare l’aumento di stress e tensione emotiva. Quando passeggio per una città, mi piace prendere i mezzi pubblici, magari trovar posto a sedere e leggere qualche pagina del libro che sto leggendo o ascoltare un brano alla radio senza la zavorra sociale di dover fare conversazione con chicchessia. Questo aspetto dell’introversione, il bisogno di isolarsi spesso dall’ambiente sociale circostante, di tanto in tanto viene ad affievolirsi; quando ciò succede è perché l’isolamento non funziona più come il nostro giardino di pace, ma diventa una stanza piccola piccola d’inverno che ha bisogno di ricambio d’aria. Ed è allora che un* introvers* ritorna a essere socievole, l’anima della festa, insomma riemerge dalla sua solitudine. Proprio come la carota nella fotografia, che sta aspettando fiduciosa il momento adatto per rivitalizzare le sue radici sociali.

fonte Photo Challenge: Fun!

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...