Racconti

Befana

Giorni di vento forte, proveniente da qualche punto del nord ovest freddo e sconosciuto.

Il signor Piricello passava con un camioncino scassato sulla stradina di Valle Mantola e davanti al numero cinque di solito si fermava a comprare i granati che Clorinda e Medoro tenevano da parte per l’occasione. Non c’erano molti soldi, quindi Medoro, prima che i pomi si spaccassero a causa dell’eccessiva maturezza, li coglieva dall’albero davanti alle fontanelle e li metteva in un canestro; lì, i vimini intrecciati avrebbero consentito ai frutti di respirare in modo appropriato e conservarli quindi nello stato ideale. Poi la sera prima della festa della Befana, lenizione di Epifania, si nutrivano ben bene tutti gli animali domestici, poiché in quella notte si mettevano a parlare tra loro. Una volta addirittura un uomo che viveva in campagna voleva vedere con i propri occhi e orecchie se era vero che gli animali in quella notte si sarebbero messi a parlare (nella stessa lingua degli uomini tra cui era diffusa questa storia, probabilmente), così uscì dopo cena e rimase fuori tutta la notte; ebbene, come Clorinda e Gisella non si peritavano di sottolineare abbastanza con voce e sospiri nel loro registro più grave, la mattina della Befana quell’uomo fu trovato morto.

Il racconto finiva su questa nota, tetra sì, ma non molto misteriosa, se ci si rifletteva sopra un attimo ulteriore. Era ovvio, mi dicevo, che una notte della prima settimana di gennaio nell’emisfero boreale passata a vegliare all’addiaccio in un pollaio, o in qualsiasi edificio non riscaldato in qualche modo, rappresentava decisamente tutto l’opposto di una carica di energia per la salute fisica di chiunque, specialmente se questo chiunque era quello che la mia immaginazione si raffigurava come un uomo di mezza età e contadino. Anche mia madre non si faceva più scrupoli a crederci e ogni volta che queste due leggende mi venivano raccontate, questa a mo’ di corollario di quella, sentivo con un moto di sconforto che la superstizione inculcata da bambini riaffiora con una facilità lampo condizionando la volontà.

Annunci
Standard

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...