Passeggero

Il Tao è ovunque e si trova nel nulla.

Infatti nel mezzo dell’album più brutto della carriera della mia Queen, uno dei tre brani che preferisco. Certo, il testo non è nulla di che, parla di una che come al solito si innamora quindi si dà completamente al suo damerino lasciandogli ogni controllo della relazione, usando per tutto il testo la metafora del viaggio. Certo, Britney non sa neanche cosa sia una metafora, ma l’intero testo è proprio questo: una metafora del solito topos dell’amore (ossessivo) come appunto fosse un vagabondaggio e lei una turista di prima classe in braccio al moroso.

A una lettura più attenta, non mi lamenterò più della mia asessualità e solitudine. Il Tao lavora anche in questo senso! Rendo grazie al Tao per aver migliorato la mia autostima grazie al ribrezzo che scaturisce di fronte allo scempio delle mortali passioni.

Quotidianamente

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...