Sull’epentesi

EPENTESI
In linguistica, immissione nell’interno di un gruppo fonetico 
o sintattico di un suono non etimologico; per es.: 
-p- nel lat. emptus per *emtus, 
-v- in rovina, lat. ruina, 
-t- nel fr. a-t-il.

Come il fenomeno dell’epentesi, questo blog si inserisce nel caos dell’esistenza quotidiana attraverso suoni e parole, alla ricerca di un’armonia sempre in fieri.

Come i nomi degli dèi germanici evocano le divinità stesse, così le parole scritte evocano mondi. La letteratura inglese diventa un lungo poema di mille e mille canti, e il suo ritmo diventa una melodia, le parole si sciolgono in frasi, periodi musicali e si fanno melodramma. Ho viaggiato in lungo e in largo sulle onde di suoni e parole; ora sono pronto a condividere con te, viandante, queste esperienze.

Ogni letteratura è un melodramma, ogni giorno vissuto un atto con scene diverse o simili. Questo giardino virtuale è uno spazio che traduce il teatro della vita, tramuta i problemi in domande, cerca di trasformare una pubblicità in un sonetto, trasfigura un’aria in una questione politica. Abbi il coraggio di affidarti alle parole, viandante, e al loro perpetuo divenire musica per la tua vita. Se anche tu hai bisogno di diventare altro, accomodati e parliamone davanti a una tazza di tè: